talmente precario che.

– Sai quando è che sei davvero messo male?
– Quando hai un contratto che ti devono rinnovare ogni due settimane?
– See. E chi l’ha mai avuto un contratto.
– Quando ti licenziano.
– Bisognerebbe essere stati assunti.
– Ovvia, o dimmelo.
– Quando sei talmente precario che se chiude la ditta con cui collabori non puoi dirti né licenziato né dispiaciuto.

Annunci

2 pensieri riguardo “talmente precario che.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...